• Batching day: come organizzarlo perché funzioni davvero.

    Organizzazione • 15 Apr 2019

    Il cosiddetto “Batching day” è un giorno dedicato in modo esclusivo alla produzione dei contenuti, social blog e newsletter. Un giorno in cui tutto il resto ( o quasi) va in stand-by e l’attenzione è tutta sulla produzione di quello che pubblicheremo nelle settimane successive.

    Ho litigato con questa tecnica per parecchio tempo, in qualche modo non riuscivo ad incastrarla nella mia routine e il perché l’ho capito seguendo di recente un corso sull’organizzazione, così ho pensato di raccontarti come organizzo adesso il mio giorno dei contenuti e come questo sistema mi ha portata fuori dal limbo del “dovrei scrivere sul blog, ommioddio di cosa posso parlare?”

    1. Scelta degli argomenti e creazione dei contenuti sono due cose diverse.

    Il giorno in cui scrivo i contenuti, non è lo stesso in cui scelgo gli argomenti. Questa per me è stata una svolta assoluta, perché fino a poco tempo fa perdevo davvero un sacco di tempo a decidere di cosa parlare. 
    Ora decido gli argomenti all’incirca di tre mesi in tre mesi, rimanendo comunque flessibile. Se nel corso del tempo ci fosse qualche argomento particolarmente interessante e imprevisto di cui parlare, lo inserisco semplicemente.

    2. Il batching day è esclusivamente dedicato ai contenuti.

    Di conseguenza, il giorno del batching è dedicato soltanto alla scrittura. So già di cosa scrivere, devo “solo” scriverlo.

    3. Il batching day ha il suo spazio sacro in agenda.

    La giornata dei contenuti è ben segnata e per quanto possibile salvaguardata in agenda. Certo, mi è capitato di doverla spostare per cause di forza maggiore, ma mediamente cerco di evitare appuntamenti e di tenerla completamente libera da altri impegni. Il batching day è stabilito in anticipo a calendario e difeso in ogni modo.
    È uno spazio di lavoro vitale e quello che riesco a fare in quella giornata non è frammentabile in vari quarti d’ora qua e là. Per questo è davvero importante che abbia un suo spazio protetto in agenda, e che nella mia testa ci sia il senso di doverlo proteggere.

    4. Struttura della giornata.

    In una giornata di batching (considera che io lavoro grosso modo dalle 9.00 alle 15.30, con un paio di pause) riesco a produrre i contenuti di un mese. Tendenzialmente mi occupo al mattino della scrittura vera e propria, nel pomeriggio della ricerca immagini, ottimizzazione e programmazione. E se il giorno stabilito mi ritrovo magari con qualche malanno di stagione e poco produttiva? Succede.  Avendo lavorato bene nei mesi precedenti questo non diventa un grosso problema, perché non dovrai produrre i contenuti da pubblicare il giorno dopo, ma sarai”comoda” con i tempi.  
    Dunque ecco qui i due super vantaggi, a mio avviso, di questo metodo di lavoro:

    • Lavoro focalizzata e in modo più efficace, la qualità del lavoro migliora e mi costa meno fatica.
    • Sono generalmente avanti con la programmazione, e questo mi permette di assecondare i miei ritmi.

    E tu, hai mai provato questa tecnica? O magari hai un altro sistema con cui ti trovi bene nell’organizzare lavoro e contenuti? Raccontamelo se ti va!

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.